giovedì 11 dicembre 2014

Cara Anna, ti scrivo...

Allora, io ho deciso. In barba ai consigli più o meno espliciti di fashion blogger, aspiranti tali et similia, io lo faccio e non mi importa se questo mi attirerà critiche, insulti, epiteti e quant'altro. Ho il diritto, ma anche e soprattutto il dovere di farlo. Cosa? Rivolgere un appello ad Anna Wintour. Da troppo tempo, vedo il buon gusto soffrire e subire violenze e io, da brava paladina della giustizia, non posso restare inerte. Per cui, ecco il mio appello.

Cara Anna,
so che probabilmente non mi leggerai mai o che magari mi leggerai, ma non mi risponderai. O magari leggerai, riderai (so che sai ridere, inutile che dici di no) e commenterai "Taci, Betty!" e tornerai a decidere se il colore della nuova stagione primavera/estate duemilamai sarà il verde sottobosco o il grigio anguilla di mare o l'azzurro cocorita. Sappi che non m'interessa. I don't care. Je m'en foute. Quello che mi interessa è che tu prenda coscienza del crimine che hai commesso nel momento in cui hai sollevato il pollice in su alle scarpe platform. No, perché ti piaccia o no, tu hai approvato l'orrore di tutti gli orrori, hai riportato in auge roba che manco i Cugini di campagna (se non sai chi sono, googla. Ma non ti preoccupare, in Italia non se li fila più nessuno.) o le Spice Girls nei loro momenti peggiori. Seriamente, Anna. Cosa ti passava per la testa in quel momento? Un calo di zuccheri? Un obnubilamento? La nebbia della Padania? I fumogeni del derby Roma-Lazio? Io non capisco. Proprio no. E dire che ti stimo tanto, Annette. Sei un'ammirabile professionista, una dolce e gelida stakanovista. E proprio perché sei gelida, non capisco perché tu abbia voluto dare una chance a quell'ammasso di plastica dura senza colore né sapore. Dimmi, Anna: perché? Va bene che tutti meritiamo una seconda possibilità, ma questo va ogni oltre ragionevole previsione! 
Tu sai cosa hai scatenato, A.? Eh? Lo sai? No. Te lo dico io. Per le strade delle città si vedono solo orde di fantomatiche modaiole con ai piedi queste zattere, nella becera convinzione che facciano fashion victim e quindi figo. In realtà non c'è cosa più oscena di vedere quei composti plastici, simili alle sorprese delle patatine, aggirarsi indisturbati. E non provare a convincermi del contrario, sai? Se davvero fossero di gran moda, tu le porteresti. Cosa che non accade. Quindi, fuffa.
Mi guardo attorno e sembra che tutti i calzolai siano diventanti incapaci di dare una forma alle scarpe. Perché, Anna? Perché svilire una così bella professione? Siamo forse tutti incapaci? Che poi, detto inter nos, non ci si sa neppure camminare. La vendemmia è finita da un pezzo, ma so abbastanza per certo che chi pesta l'uva non porta queste cose. Come la mettiamo, dunque? Può essere che...avrai mica fatto un accordo con le associazioni degli ortopedici? Sai quanta gente ho visto beccarsi una distorsione, nel migliore dei casi era una grave, alla caviglia? Sì che lo sai, monellaccia di una Anna! Tu sei furba. Mica sei tonta come quelle che se tu dici che l'asino vola, ci credono e guardano in cielo, sperando di veder passare un asino con le ali. Eheheh, ti ho capita io, Annarè. Ma ciò non toglie che ti giustifichi e che accetti il tuo crimine. No, a mamma. Devi prenderne atto, fare mea culpa, cospargerti il capo di cenere e dichiarare al mondo intero che hai sbagliato e che no, le scarpe platform, Jeffrey Campell che siano o Windsor Smith o MioNonnoInCarriola, non sono fashion e anzi, sono decisamente e irrevocabilmente out. Fai pollice in giù. Dislike. Il buon gusto, le nostre caviglie e le persone sane di mente come me, che ancora tengono alla Moda e all'Arte, apprezzeranno.
Sempre tua affezionatissima,
Connie





 

 

 


(queste floreali, se non avessero la zattera, sarebbero pure fighe, ndr)





25 commenti:

  1. Mandagliela, che ste cose non si possono minimamente guardare!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah e siamo a due! Voglio vedere in quante la pensiamo così!

      Elimina
  2. Tremende, tremendissime!!!
    Mi hai fatto ridere moltissimo ma come darti torto :-)

    The Princess Vanilla

    RispondiElimina
  3. Allora non sono l'unica deficiente che non le ha capite, 'ste cose brutte che osano chiamare scarpe! Dove devo firmare?

    (M'hai fatta MO-RI-RE <3)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo meno deficienti di quanto si possa pensare, sai? :D

      Elimina
  4. ahahhaha finalmenteeee qualcuno che la pensa comee me!!
    Sono orrende!!
    un bacione
    http://mywonderrfulworld.blogspot.it/2014/12/tinte-autunnali.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah evvai! Pensavo di essere la sola!!

      Elimina
  5. Anche per me sono oscene, non capisco proprio come possano piacere! Comunque mandagliela la lettera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono di quelle cose che noi comuni mortali non capiremo mai. :/

      Elimina
  6. Ma fossero solo quelle scarpe il crimine di moda, perchè i leggings portati come pantaloni o i piumini fosforescenti? Qui si rischia di aprire il vaso di Pandora! ^^
    Baci!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti volevo aggiungere anche quelli, così come i leggins stellati/tigrati/leopardati/zebrati e chi più ne abbia più ne metta! :D

      Elimina
  7. questo post ha del meraviglioso...
    e te lo dico dall'alto di un paio di scarpe che, giustamente, sono da definirsi mostruose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi commuovi, non ce la posso fare. :D

      Elimina
  8. ahhaahh!!!! lettera davvero ben scritta... sia mai che alla Wintour arrivi davvero sulla scrivania.... e faccia sparire di colpo tutte quelle cose oscene che si ostinano a chiamare scarpe!?!? ;) sarà che una delle cose di cui posso davvero andar fiera è di essere nata e vivere in una regione in cui ci sono davvero ottime aziende che producono scarpe... e che agli spacci aziendali si possono fare davvero ottimi affari!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che fortuna! Secondo me, in Italia queste oscenità dovrebbero essere bandite proprio per rispetto nei confronti dei nostri artigiani.

      Elimina
  9. alcune sono veramente oscene! comunque tu mi fai sempre morire :D
    bellisismo il banner natalizio
    un bacione e felici feste

    http://www.tirateladimeno.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah addirittura! Grazie mille! :D :*
      Buone feste anche a tutto il vostro magico team

      Elimina
  10. bellissimo e azzeccatissimo post! speriamo che il 2015 proponga mode più sensate! Buon Natale connie! :)

    RispondiElimina
  11. Anna, ascolta Connie che ha ragione....fanno pena!!!!!

    RispondiElimina
  12. ahhaha come hai ragione! proprio ieri ho visto questo gruppo di belle ragazze con ste scarpe orrende, che poi magari fanno anche male ai piedi...e ho pensato di essere invecchiata di botto ed nn capire più nulla...che bello leggere che non sono la sola a non capirle...ma che poi secondo te ..le ragzze che le indossano le capiscono??!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, assolutamente non le capiscono. Se le capissero, capirebbero quanto sò brutte! ahahhahaha

      Elimina
  13. In qualità di nuova follower, mi aggiungo all'appello..
    Liberiamo il mondo dalle platform..

    Valentina
    Lady Ferrari's Kingdom

    RispondiElimina